FrancescoFrancesco Cansirro Cortorillo ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di sei anni. Successivamente ha proseguito gli studi all’estero, studiando con il  M° Naum Shtarkman, docente del Conservatorio di Mosca e solista della Filarmonica di Mosca.
Si è diplomato in pianoforte presso il conservatorio "G. Cantelli" di Novara sotto la guida dei Maestri Naum Shtarkman e Luciano Lanfranchi.
Parallelamente ha conseguito la laurea cum laude in Lingue e letterature straniere presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano con una tesi dal titolo "Il concetto di simbolo in A. N. Skrjabin", dedicata al compositore russo del primo ’900 ed i suoi punti di contatto col movimento simbolista russo nelle sue manifestazioni letterarie e pittoriche.
Ha curato la stesura e la redazione del libretto che accompagna il CD "Éclatant, lumineux – Registrazione integrale dei Poemi e Valzer di Skrjabin", edito dalla Phoenix Classics ed ha pubblicato per la casa editrice Russia Cristiana un articolo dal titolo "Il pensiero religioso di A. N. Skrjabin" sulla rivista «La nuova Europa».

Si è avvicinato al metodo Suzuki da genitore, seguendo il percorso musicale delle proprie figlie, ed è rimasto profondamente affascinato dall’approccio innovativo con cui la metodologia Suzuki propone lo studio della musica ai bambini, rispetto al metodo tradizionale. Tale entusiasmo lo ha spinto a voler conoscere più approfonditamente il sistema Suzuki frequentando i corsi di formazione della Prof.ssa Elena Enrico, fondatrice della metodologia CML e Music Lullaby, conseguendo l’abilitazione all’insegnamento sia per il percorso “Music Lullaby” che del CML (Children’s Music Laboratory).
Nel 2008, come genitore pianista, ha iniziato ad accompagnare le orchestre I Piccoli Musici Estensi e
UKOM.
Dal 2010 insegna pianoforte e materie complementari all’interno della realtà Suzuki di Varese.
Ha al suo attivo diversi concerti come pianista in formazioni cameristiche sia in Italia che all'estero.
All'attività di insegnante di musica affianca quella di docente di lingua russa.
Recentemente (ottobre 2018) è stato invitato dall'Università di Penza (Russia) a tenere una conferenza sulle Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi e a svolgere una master-class presso la Scuola di Musica della stessa città.