Una Primavera per ...

Precedenti edizioni

Dal 2009 ImmaginArte è promotrice e coordinatrice, insieme a MusicFor Onlus, Tennis for Africa Onlus e Fondazione Cattaneo, del progetto Una Primavera per...
Si tratta di una rassegna musicale che coinvolge una rete di conservatori (italiani e stranieri) e i loro allievi che mettono il loro talento a disposizione di altri giovani che vivono situazioni culturalmente difficili.
Negli anni, grazie all’aiuto di tante persone, il progetto Una Primavera per… è riuscito a realizzare significativi e concreti obiettivi: le passate edizioni 2009/10/11 hanno permesso la costruzione di una scuola di musica nel Quelimane (Mozambico); quelle del 2012/13 di contribuire alla formazione musicale dei giovani alunni della scuola di musica Sainte Trinité (Haiti) attraverso borse di studio, strumenti musicali e spartiti; quelle del 2014 e 2015 di rinforzare l’attività dell’Orchestra angolana Kaposoka e di realizzare un magnifico gemellaggio che ha coinvolto gli allievi del suo Conservatorio e i giovani strumentisti angolani in una meravigliosa collaborazione musicale; quella del 2016 e 2017 sono state dedicate alla Cape Traditional Singers and Brass Band del sobborgo di Mitchell’s Plain a Cape Town in Sudafrica.

L'ottava, la nona e la decima edizione (2016 - 2018) sono state dedicate alla Cape Traditional Singers and Brass Band, realtà del sobborgo di Mitchell’s Plain a Cape Town in Sudafrica in cui almeno la metà della popolazione vive in una situazione di forte indigenza e circa 12 milioni vivono in estrema povertà.
Il sobborgo è degenerato in ghetti urbani con criminalit
à e uso di droga, malattie, disoccupazione e una popolazione che lotta quotidianamente per la sopravvivenza: in questi luoghi i bambini e i giovani diventano facili “vittime” di bande criminali che sono sempre pronte a “reclutare” nuovi elementi.
La Cape Traditional Singers and Brass Band è stata un modo che la comunità ha trovato per tenere i bambini e i giovani sulla retta via, per toglierli dalle strade, per
dare loro un riferimento di vita e principi di dignità, umanità, rispetto, onestà e, soprattutto, speranza di una sana alternativa.
Il “club-house” di Mitchell’s Plain diventa così un posto sicuro, dove ai membri viene insegnato a cantare, suonare degli strumenti ma vengono dati loro anche assistenza e pasti… un luogo dove possono ricominciare a sognare.

I Conservatori Italiani e i loro studenti hanno messo il proprio talento a sostegno del progetto e i fondi raccolti sono stati destinati al sostegno dello studio della musica (acquisto di strumenti, lezioni, …).

2016-a3-una-primavera-per-il-sudafrica     a3-una-primavera-per-il-sudafrica-2017     2018-a3-una-primavera-per-il-sudafrica-per-2019

La sesta e la settima edizione (2014 – 2015) sono state dedicate all’Orchestra angolana “Kaposoka” che nel 2015 è venuta nel nostro paese per un gemellaggio che ha portato le orchestre degli allievi dei conservatori aderenti a condividere il palco con i ragazzi dell’orchestra Kaposoka.una-primavera-per-langola-
L’Orchestra Kaposoka è il risultato del percorso didattico dell’omonima scuola d
i musica. La scuola è nata per volontà di un singolo, il Prof. Pedro Fançoni, professore universitario di legge che, come spesso accade in queste realtà, ha portato avanti questo progetto da solo con grande dedizione, energia e determinazione.
La struttura nasce nella zona periferica di Luanda, capitale dell’Angola, in un quartiere senza luce e senza acqua, fatto di finte strade non asfaltate, capannoni fatiscenti, macchine improbabili, mosche, zanzare, sporcizia di ogni genere, dove capre e galline si rincorrono.
Ogni mattina i ragazzi si alzano e vanno alla scuola di musica dove possono usufruire della doccia e consumare un pasto al giorno. Suonano Bach, Vivaldi, Beethoven e musiche legate alla loro cultura. Passano ore e ore a studiare e a sognare un futuro migliore: sono dotati e fortemente deter
A4 Manifesto-Una-Primavera-per edizione 2015minati!
Durante le numerose interviste realizzate, spesso gli alunni ci confidavano di aver partecipato all’esame di ammissione alla scuola nella speranza di mangiare... Questi stessi hanno dichiarato poi che la musica era diventata “il loro cibo” e che mai avrebbero immaginato tanto nella loro vita.

Oggi, la scuola vanta la presenza di centinaia di studenti ed è divenuta un importante punto di riferimento per tutta la città.
Il Presidente angolano José Eduardo dos Santos, sensibile al progetto e vi
sti i risultati, sta progettando altre venti filiali al fine usare la cultura musicale come strumento per reprimere la delinquenza nelle strade di Luanda.
Negli occhi di questi ragazzi abbiamo letto un futuro, una speranza che forse noi, qui in Europa, non sogniamo più…
I Conservatori Italiani e i loro studenti hanno messo il proprio talento a sostegno del progetto e i fondi raccolti sono stati destinati al sostegno dello studio della musica
.

La quarta e quinta edizione (2012 - 2013) sono state dedicate ad Haiti sostenendo il progetto “a3una-primavera-per-haiti2012a3una-primavera-per-haiti2013Music for life” dell’associazione ANPIL Onlus, vedendo coinvolti come partner l'associazione ANPIL, Tennis for Africa Onlus e MusicFor. Quest’ultima opera in Haiti da molti anni, prima ancora del drammatico terremoto del 2010, e conosce profondamente il territorio, le sue problematiche ed esigenze. Alcune strutture di legno, provvisorie, della Scuola della SS. Trinità di Port au Prince sono usate come aule! Abbiamo ritenuto che "... se ci sono i muri e le aule ma non ci sono gli strumenti da suonare e gli allievi ... non c'è musica"!
I Conservatori I
taliani e i loro studenti hanno messo il proprio talento a sostegno del progetto “Music for life” dell'associazione ANPIL. I fondi raccolti sono stati destinati da ANPIL al sostegno dello studio della musica (erogazione di borse di studio a studenti meritevoli e acquisto di materiale e strumenti musicali che il terremoto del 2010 ha distrutto e disperso).

Le prime tre edizioni (2009 - 2011), cui hanno aderito i conservatori di Firenze, Genova, Lugano, Mantova, Milano, Novara, Roma, Torino e Trento e che hanno visto coinvolti come partner la Comunità di Sant'Egidio, Tennis for Africa Onlus e MusicFor,  hanno portato al compimento di un salone per la musica attrezzato per la formazione musicale accessibile a tutti i giovani della “Casa Familia” nella provincia di Quelimane in Mozambico.

           manifesto-mozambico-2009    manifesto-mozambico-2010    manifesto-mozambico-2011

mozambico1
mozambico2 mozambico3
mozambico3 mozambico4
mozambico6 mozambico7
mozambico8 mozambico9
 


We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information